Bulghur

Il bulgur, in italiano grano spezzato, è un alimento costituito da frumento integrale, grano duro germogliato, che subisce un particolare processo di lavorazione. Viene commercializzato in diverse forme a seconda della grandezza dei chicchi: le pezzature più grandi sono indicate per preparare minestre, quelle più fini, invece, sono più adatti alla preparazione di piatti freddi…

Carote viola

Carote viola che fanno bene alla circolazione, carote gialle che proteggono gli occhi. Sembra fantascienza e invece è storia, ed è tutto naturale. Anzi, per dirla tutta, “in verità la carota è originaria dell’Afghanistan e nasce viola. Solo nel 1500, in onore di Guglielmo d’Orange, diventa arancione”, spiega Alessandro Aureli, titolare dell’azienda che ha recuperato i semi originari dall’Olanda, paese che detiene da sempre il primato per quanto riguarda le

La salama da sugo

La salama (o salamina) da sugo conserva da ormai 500 anni un traguardo ineguagliato; buongustai, storici, critici, la ricordano come una tradizione tipica ferrarese che, probabilmente rimarrà nei secoli.
Le prime notizie di questo piatto risalgono al XV secolo quando un tale Domenico venne accusato di usare sale di contrabbando per fare ‘salami alla ferrarese’.
Lo storico Frizzi ritiene che i

Piselli

In Italia è maggiormente coltivato in Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Campania e Veneto.
La produzione di maggiore pregio è costituita dal pisello fresco, da consumo diretto, coltivata sui tradizionali sostegni in orto; tuttavia possiedono eccellenti caratteristiche organolettiche anche i piselli coltivati in pieno campo per l’industria conserviera (inscatolamento, surgelazione).
E’ una pianta annuale glabra e glauca, con un solo stelo cilindrico sottile e debole, di lunghezza variabile.

Esistono diverse varietà tradizionali dotate di eccellenti caratteristiche organolettiche, fra le quali si ricordano le tipologie:

Pera

La pera veniva consumata dai greci (è ricordata da Omero) e in seguito dai romani, che ne conoscevano quarantuno specie diverse ma il pero era una pianta coltivata già da più di 4.000 anni in Asia e in Europa. Durante il Medio Evo questo frutto perse la sua popolarità, riconquistata a partire dal diciottesimo secolo. Attualmente le varietà coltivate sono oltre cinquemila, soprattutto in Cina e in Europa (Francia, Germania, Italia, Spagna). Le pere sono disponibili tutto l’anno, con varietà diverse, da quelle estive come la William (selezionata in Inghilterra alla fine del Settecento), la Coscia, la Guyot (succosa e zuccherina), la Santa Maria, la Max Red Bartlett (William rossa, molto profumata), a quelle autunnali, come l’Abate Fetel (una delle preferite dai consumatori), la Decana del Comizio (grossa e tondeggiante, particolarmente adatta alla cottura), la Conference (dolce e succosa), la Kaiser.

Orzo perlato

L’orzo è un cereale noto sin dall’antichità ed originario dell’Asia, è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle graminacee, può raggiungere l’altezza di un metro e rispetto agli altri cereali ha la caratteristica di maturare molto velocemente e di sopportare molto bene anche lunghi periodi di siccità; grazie a queste proprietà la pianta dell’orzo può essere coltivata un po’ ovunque. Si adatta bene sia alle alte temperature che alle basse, così come si adatta bene anche all’altitudine.